Home Le nostre Iniziative Continuiamo a contare su di voi

Continuiamo a contare su di voi

by redazione

Dopo la crisi dell’anno scorso che ci ha visto sull’orlo della chiusura, grazie all’affetto e alla generosità che ci avete dimostrato siamo riusciti a risollevarci. Ma potremo andare avanti solo se continuerete a farci sentire la vostra vicinanza e, naturalmente, se deciderete di rinnovare l’abbonamento anche nel 2013. Per gli «under 30», abbiamo deciso di introdurre un abbonamento scontato a 25 euro. A chi può, invece, chiediamo di aumentare gli sforzi.

Care lettrici e cari lettori, sono tempi davvero bui per l’informazione in Italia! I tagli dei contributi per l’editoria (che peraltro Confronti non ha mai ricevuto) e l’aumento delle tariffe postali, la crisi economica e la progressiva débâcle della carta stampata, schiacciata dalle nuove tecnologie, rendono sempre più difficile il cammino della piccola e media editoria. I periodici come il nostro soffrono di tutte queste congiunture negative. Eppure, grazie al vostro sostegno, la nostra piccola esperienza editoriale ha potuto proseguire il suo lavoro intenso e appassionato. Proprio grazie al vostro abbonamento, alla vostra amicizia, al vostro interesse.

Oggi più che mai riteniamo che sia il momento di rilanciare, aumentando il nostro impegno per dare voce a tutte quelle realtà che spesso vengono «oscurate» dall’informazione generalista: i nuovi poveri, i disabili, i giovani, le fedi presenti nel nostro paese, le associazioni e i movimenti per i diritti civili che sempre più spesso faticano a farsi sentire dai grandi media.

Confronti è proprio questo. Luogo e progetto per aprire al dibattito interculturale, interreligioso, sociale e politico. Ma questo potrà essere possibile solo grazie al vostro sostegno, al vostro desiderio di rendere davvero plurale questa società in precario equilibrio. Voi siete le nostre pagine, siete i nostri racconti e le nostre storie di vita. Com Nuovi Tempi prima e poi Confronti sono state palestre di esperienza per molti giornalisti e intellettuali che ancora oggi creano opinione. Per continuare ad essere ciò che siamo – e se possibile provare a fare sempre meglio – abbiamo bisogno di voi lettori, che siete attenti al mondo che vi circonda. La vostra sottoscrizione dell’abbonamento annuale potrete considerarla come una scelta di campo per la libertà e il pluralismo dell’informazione o, se volete, semplicemente come una forma di «disobbedienza civile» contro il pensiero unico dominante.
Umberto Brancia, storico redattore di Confronti, ci ha lasciato in eredità un grande insegnamento: «Cercate ancora». Ci ha esortati cioè a non fermarci mai e a non dare mai nulla per scontato. Il «cercare» proprio per far accrescere in noi quella resilienza e quella capacità critica che ognuno di noi conserva gelosamente. Umberto amava la nostra rivista e non perdeva mai occasione per parlarne in pubblico o a incontri e colloqui privati. Un vero militante «vecchia maniera», un messaggio che speriamo possiate fare vostro. Proprio a lui venne l’idea di promuovere Confronti in uno dei momenti di maggiore difficoltà per la nostra rivista e per la sua salute, in un letto d’ospedale. Ci esortò ad inventare forme nuove e diverse di dialogo: «un dialogo reale, concreto e tangibile», diceva. Ci consigliò di utilizzare alcune strategie, non nuove ma alle quali non avevamo mai pensato: dalle cene sociali di sottoscrizione ad eventi o concerti. «Troppo spesso siamo disattenti alle dinamiche umane e personali, dobbiamo sempre tenere a mente che stiamo parlando a persone che spesso hanno problemi identici ai nostri», ricordava Umberto. E aveva ragione.

Grazie al vostro impegno e alla vostra solidarietà, l’anno passato siamo usciti dalla crisi. Una crisi che è pur sempre in agguato, che non ci permette mai di «abbassare la guardia». Per parte nostra, vogliamo continuare a produrre il mensile cartaceo che ben conoscete, ma contemporaneamente stiamo lavorando anche alla realizzazione di un nuovo sito internet più efficace, più agile, dove poter interagire con voi in modo diretto e continuo. Intanto abbiamo già attivato una pagina facebook – «Amici di Confronti» – che oggi conta più di 1600 contatti, con i quali ci teniamo aggiornati quotidianamente. Stiamo pensando anche di innovare la grafica della nostra rivista, sempre senza costi aggiuntivi. E per incoraggiare i lettori più giovani, per molti dei quali i 50 euro di abbonamento annuale possono essere una somma elevata, abbiamo pensato di introdurre uno sconto del 50% per gli «under 30». Sperando anche che tutti gli abbonati che possono permettersi di spendere un po’ di più facciano un abbonamento sostenitore o magari lo regalino a qualcuno. Ma, come sapete bene, Confronti non è solamente una rivista: è una realtà culturale che promuove dibattiti, cultura, progetti interculturali e sociali. Mantenere in vita tutto ciò sarà possibile solo grazie al vostro affetto e al vostro sostegno. Contiamo su di voi.

Gian Mario Gillio

Articoli correlati

Religioni, politica, società

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!