Home Cultura Un luogo a questa storia – Per la costruzione di un memoriale dei ragazzi ebrei salvati a Villa Emma

Un luogo a questa storia – Per la costruzione di un memoriale dei ragazzi ebrei salvati a Villa Emma

by redazione

Convegno internazionale in occasione della Giornata europea dei giusti

Nonantola (Mo), 6-7-8 marzo 2014; V.le Rimembranze 8

Costruire un memoriale significa per noi considerare le coordinate storiche della vicenda che, tra il 1942 e il 1943, portò all’accoglienza e al salvataggio dei ragazzi ebrei giunti a Villa Emma dall’Europa centro-orientale e balcanica; significa dunque guardare vicino e lontano, cercando le cause delle persecuzioni e seguendo le vie di fuga di persone e gruppi; ragionare sulle tregue e sulle violenze che segnarono le fasi della guerra, rintracciando gli episodi di solidarietà e di cura verso i più deboli, e le forme di resistenza civile che punteggiarono lo scenario del conflitto, contrastando gli indifferenti e i carnefici.

 

Fondazione Villa Emma

Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna

Comune di Modena, Provincia di Modena, Comune di Nonantola

con il patrocinio di: Unione delle comunità ebraiche italiane

con il sostegno di: Fondazione Cassa di Risparmio di Modena

 

Programma:

giovedì 6 marzo 2014

Nonantola, Cinema Teatro M. Troisi, V.le Rimembranze 8

ore 15.00 – prima sessione: L’irruzione dell’infanzia nella storia

Storia dell’infanzia: una disciplina in cerca di statuto

Sara Valentina Di Palma, Università di Siena

Il problema storico dell’infanzia e gli studi sulla Shoah

Bruno Maida, Università di Torino

 

ore 17.00 – seconda sessione: I giusti, le zone d’ombra e i carnefici

I giusti e la storia: l’Italia dopo l’8 settembre ‘43

Liliana Picciotto, Cdec Milano

Delatori, carnefici e altre storie di ordinario collaborazionismo

Luciano Allegra, Università di Torino

 

venerdì 7 marzo 2014

Nonantola, Cinema Teatro M. Troisi, V.le Rimembranze 8

ore 9.30 – terza sessione: La memoria e i luoghi (I)

Quale memoriale per la storia dei ragazzi ebrei salvati a Nonantola?

idee per l’avvio di una progettazione, a cura di:

Simona Bezzi, Maria Laura Marescalchi, Elena Pirazzoli, Guido Pisi

intervengono: Tomaso Montanari, Università di Napoli “Federico II”

Michele Sarfatti, Cdec Milano; Ada Chiara Zevi, Fondazione Bruno Zevi

coordina: Fabio Levi, Centro internazionale di studi Primo Levi

ore 15.00 – quarta sessione: La memoria e i luoghi (II)

La rappresentazione dell’infanzia nei musei della Shoah

Yehudit Inbar, Yad Vashem Gerusalemme

Il coraggio e il silenzio: la scena degli eroi civili

Beate Kosmala, Memoriale Stille Helden Berlino

 

ore 17.00 – quinta sessione: I salvati e le fragili vie della solidarietà

Il testimone assente

Maria Bacchi, Fondazione Villa Emma

Due voci dal gruppo dei rifugiati a Villa Emma: Josko e Sonia

Alberto Cavaglion e Klaus Voigt, Fondazione Villa Emma

 

sabato 8 marzo 2014

Nonantola, Cinema Teatro M. Troisi, V.le Rimembranze 8

 

ore 9.30 – sesta sessione: Interrogare una storia per costruirne memoria

Il sangue risparmiato e i silenzi della storia

Anna Bravo, Università di Torino

I giusti e i salvati: etica della solidarietà e della riconoscenza

Stefano Levi Della Torre, Politecnico di Milano

 

ore 11.00 – conclusione

Testimoni per il memoriale dei ragazzi ebrei di Villa Emma

incontro con Pupa Garribba e Bruno Segre

Il nostro progetto e le parole di un documento

Fausto Ciuffi, Fondazione Villa Emma

 

Interventi Istituzionali:

Palma Costi

Presidente Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna

Andrea Landi

Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Modena

Stefania Grenzi

Assessore alla cultura Comune di Nonantola

Stefano Vaccari

Presidente Fondazione Villa Emma

Articoli correlati

Religioni, politica, società

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!