Home Cultura “Non passarci sopra”. Quattro percorsi per scoprire il valore della gratuità

“Non passarci sopra”. Quattro percorsi per scoprire il valore della gratuità

by redazione

di Censis

Nell’anno del Giubileo della Misericordia, Censis, Roma Tiburtina e Bnl hanno organizzato la mostra fotografica «Non passarci sopra» sui valori della gratuità e della solidarietà, che è stata aperta al pubblico dal 20 ottobre al 4 novembre all’interno della Stazione Tiburtina. La mostra si propone di essere non solo una esibizione di immagini, ma un vero e proprio percorso attraverso il quale gli espositori (organizzazioni non profit, associazioni, fondazioni e aziende, italiane e straniere) raccontano con uno scatto il proprio modo di interpretare la misericordia, di portare nel cuore le miserie altrui, di ricucire con chi è distante e di produrre valore sociale attraverso comportamenti solidali.

La particolarità della mostra, è che si svilupperà “a terra” cioè sul pavimento della galleria centrale della Stazione Tiburtina a Roma.

Concretamente i contenuti della mostra: foto, didascalie e concetti chiave, saranno incollati sul pavimento a formare 4 sentieri della solidarietà, quattro vie della misericordia, attraverso cui il visitatore potrà entrare in contatto con alcune situazioni di bisogno e di valore sociale prodotto attraverso la gratuità.

I 4 percorsi tematici sono:

-Il futuro di tutti è un futuro per tutti: per chi affronta tematiche legate ai bambini, i giovani e il futuro in generale..

-Soffre di meno chi non soffre da solo: per chi si occupa di malati, anziani

-Per non far affondare l’umanità: immigrati, profughi, terzo mondo

-Ne uccide più la solitudine che.. per le storie di solitudine e in generale di interventi nelle periferie urbane

È quindi una mostra dedicata ai visitatori, ma anche – e forse soprattutto – ai “non visitatori”. Ai primi sarà offerta la possibilità di seguire dei percorsi di solidarietà; ai secondi, a quelli che inevitabilmente cammineranno sopra le fotografie e i racconti, distrattamente, trascinando il loro trolley, a questi che rappresentano l’umanità disattenta, gli verrà fatto notare: “Ti sei accorto che ci sei passato sopra? Oggi andavi di fretta, ma per quanto tempo ancora potrai passarci sopra?”

L’iniziativa è laica, civile ed interreligiosa, le adesioni sono state tante ed eterogenee: ebrei, musulmani e laici, Emergency accanto alle Misericordie di Vincenzo de Paoli… grandi aziende e Pmi, piccole fondazioni locali e la Bill and Melinda Gates Foundation, una contaminazione di motivazioni e intensità per raccontare 100 modi diversi di vivere la gratuità.

Tutto il materiale è visibile sul sito: www.misericordia2016.it

Articoli correlati

Religioni, politica, società

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!