Mayflower e Padri Pellegrini, una storia lunga 400 anni - Confronti
Home Geopolitica Mayflower e Padri Pellegrini, una storia lunga 400 anni

Mayflower e Padri Pellegrini, una storia lunga 400 anni

by redazione

di Massimo Rubboli. Storico, già professore di Storia dell'America del Nord alla Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Genova

La storia dei Padri Pellegrini ha avuto un’importanza notevole nell’elaborazione della storia nazionale americana, come simbolo di un popolo libero e coraggioso, segnato dal suo “destino manifesto” di dominio nel mondo. La storia è stata trasformata, via via, in un mito delle origini della nazione che è entrato a far parte del master narrative dell’eccezionalismo americano.

Le celebrazioni previste per il quarto centenario dell’arrivo della Mayflower in America sono alquanto diverse dalle precedenti, perché si svolgono in un clima culturale più attento a forme di commemorazione che tengano conto della complessità storica, ideologica ed etica degli eventi ricordati.

Nel 2020, la principale novità è costituita dal coinvolgimento dei nativi americani, che pone la vicenda dei Pellegrini in una nuova luce. La nazione Wampanoag, che comprende le tribù Aquinnah e Mashpee, ha partecipato all’organizzazione di una serie di eventi che vanno sotto il nome di Plymouth 400 negli Stati Uniti, Mayflower 400 nel Regno Unito e Leiden 400 nei Paesi Bassi.

Plymouth 400 e altre organizzazioni hanno elaborato diversi progetti, tra i quali il Plymouth 400’s Embarkation Day, una cerimonia che il 16 settembre collegherà la Plymouth americana con quella inglese, mostre e conferenze e mostre, come quella itinerante dedicata al rapporto tra i Pellegrini e gli Wampanoag.

L’evento di maggiore importanza culturale è la conferenza Four Nations Commemoration, 1620-2020: The Pilgrims and the Politics of Memory, che si sarebbe dovuta svolgere a Leida dal 26 al 28 agosto ma, a causa della situazione sanitaria mondiale, si terrà online nella stessa data, con la partecipazione di oltre trenta studiosi europei e nordamericani. Il discorso inaugurale sarà tenuto dallo storico Francis Bremer, uno dei massimi esperti di puritanesimo e coordinatore del sito New England Beginnings.

Il Museo de Lakenhal di Leida ospiterà – dal 2 giugno al 13 settembre – la mostra Pilgrims to America – and the Limits of Liberty che, attraverso un percorso figurativo composto da dipinti, mappe, libri, documenti e manufatti, nella prima parte (The Old World: England, 1604-1608) si concentra sulla comunità dei puritani separatisti nel contesto religioso e politico dell’Inghilterra e dell’Europa degli inizi del XVII secolo e, nella seconda (Leiden’s Open World), presenta la città che per la sua tolleranza e per la sua industria tessile attrasse i Pellegrini, che vi trascorsero più di un decennio di esilio volontario.

Mayflower 400 UK  è un’organizzazione che, con il sostegno dell’Arts Council England e la collaborazione del Wampanoag Advisory Council, ha promosso una serie di iniziative culturali e commerciali nel Regno Unito, come la mostra Mayflower 400: Legend and Legacy nel nuovo centro culturale The Box di Plymouth.

Massimo Rubboli

Massimo Rubboli

Storico, già professore di Storia dell'America del Nord alla Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Genova

È uscito Confronti di luglio/agosto!

Per acquistare il nuovo numero

Abbonati ora!

Solo 4 € al mese, tutta Confronti
Novità

Seguici sui social

Articoli correlati