Home Cultura Secondo concorso internazionale di vignette satiriche – Libex 2020

Secondo concorso internazionale di vignette satiriche – Libex 2020

by redazione

di Redazione Confronti

Si terrà a Conversano (Ba) il Secondo concorso internazionale di vignette satiriche – Libex 2020 del centro euro-mediterraneo Librexpression – Fondazione Giuseppe Di Vagno, per la promozione della libertà di espressione e della satira politica.

Libex ha invitato a partecipare al concorso 160 vignettisti, di 44 Paesi membri del Consiglio d’Europa. 126 hanno risposto all’invito mandando 287 vignette, tra cui una giuria internazionale ha selezionato 55 semifinalisti, provenienti da 25 Paesi diversi, che saranno in mostra al Castello di Conversano dal 25 settembre al 6 dicembre 2020.  I tre vincitori saranno annunciati il 26 settembre, data in cui sarà inaugurata la mostra, nell’ambito della XVI° edizione del festival Lector In Fabula della Fondazione Giuseppe Di Vagno (1886-1921).

«Libertà di espressione e di satira politica in pericolo»

Quest’anno si festeggia il 70° anniversario della firma della Convenzione europea dei diritti dell’uomo (Roma, 4 novembre 1950) alla quale hanno aderito i rappresentanti dei Paesi membri dell’organizzazione europea appena creata: il Consiglio d’Europa. L’articolo 10 della convenzione approfondisce l’articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (proclamata il 10 dicembre 1948, dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite). Entrambi assicurano nei Paesi firmatari la libertà di opinione e di espressione.

Ora queste libertà sono lontane di essere rispettate, non solo nei Paesi non europei, ma anche in molti dei 47 Paesi membri del Consiglio d’Europa, nonostante l’esistenza e le numerose sentenze in materia della Corte Europea di diritti umani (CEDU), creata appunto per farli rispettare quando minacciati. La crisi del Covid-19, con le legislazioni d’eccezione votate o decise senza consultare i parlamentari, in alcuni Paesi hanno peggiorato la situazione della libertà di stampa, di espressione e di satira politica, nella quasi indifferenza generale dell’opinione pubblica.

La riduzione drastica dei lettori della stampa cartacea, le pressioni politiche di gruppi influenti dal punto di vista economico, religioso, di genere, a cui si aggiungono attacchi, ingiurie e minacce sul web, il politically correct, la concorrenza dei media on-line che spesso non rispettano l’etica giornalistica e non pagano (o pagano molto male) i loro collaboratori, la diffusione di  notizie false a un pubblico ignaro, tutti questi elementi conducono a una precarietà lavorativa e finanziaria dei giornalisti e dei vignettisti editoriali.

Tutto questo determina una regressione della professionalità di questi mestieri indispensabili al buon funzionamento delle democrazie. Tante sono le associazioni internazionali che hanno dato l’Allarme, tra cui Cartooning for Peace, creata da Plantu e dal già segretario generale dell’ONU Kofi Annan e dal sito d’informazione multilingue www.voxeurop.eu.

Il Centro euro-mediterraneo Librexpression/Libex della fondazione Giuseppe di Vagno (1886-1921) che ha per scopo principale la difesa della libertà di espressione, di stampa, di opinione e di satira politica e lavora in cooperazione con molte altre associazioni di vignettisti e di giornalisti, ha deciso di dedicare il secondo concorso di Libex (la prima edizione dedicata all’era digitale si è svolta nel 2018) a questa tematica fondamentale della vita democratica. 

Quindi il Centro ha scelto di organizzare il concorso con una selezione di vignettisti editorialisti da ognuno dei 47 Paesi membri del Consiglio d’Europa, firmatari della Convenzione europea, per focalizzare l’attenzione del nostro pubblico europeo sulla realtà e sul pericolo della situazione nella quale viviamo, e per farlo ha scelto di coinvolgere i suoi principali protagonisti, ovvero i vignettisti editoriali. 

Il concorso è stato organizzato in collaborazione con Cartooning for Peace e VoxEurop.

La Giuria del Concorso
La giuria internazionale si compone di 6 vignettisti di fama internazionale: Rayma (Venezuela), Kal (USA), KAK (Francia – presidente di Cartooning for Peace), Cristina Sampaio (Portogallo), Michel Kichka (Israele) e Khalid Gueddar (Marocco); 2 giornalisti: Catherine André (Francia- cofondatrice e direttrice editoriale di Voxeurop) e Carlo Gubitosa (Italia), ed è presieduta da Thierry Vissol, direttore di Librexpression.

I vignettisti invitati

Libex ha selezionato e invitato personalmente 160 vignettisti di 44 dei 47 Paesi membri, non trovandone in Paesi membri come Monaco, San Marino, Liechtenstein. Tra cui: 17 italiani, 11 francesi, 10 tedeschi, 8 britannici, 6 russi, 6 turchi, 7 ucraini. Tra questi 126 vignettisti di 41 Paesi hanno risposto all’invito, mandando 287 vignette. Non hanno risposto dall’Armenia, dall’Estonia e dall’Islanda. Quasi tutti gli italiani, i tedeschi, i russi, i turchi, e gli ucraini hanno risposto, ma solo la meta dei francesi.

I 55 semifinalisti

La giuria ha scelto 55 vignettisti semifinalisti, provenienti da 25 Paesi, tra cui 16 membri dell’Unione europea e da 9 altri Paesi membri del Consiglio d’Europa: Albania, Azerbaigian, Federazione Russa Montenegro, Norvegia, Serbia, Svizzera, Turchia, Ucraina. I più numerosi sono gli spagnoli e gli italiani (5), gli olandesi, i tedeschi e i turchi (4) poi i francesi (3).

ADENE (Anne Derenne, France-Spain) 
ALAGOON (Virginia Cabras, Italy-Eire) 
ASIER (Asier, Spain)
BALLOUHEY Pierre (France)
BERTRAMS Joep (Netherlands)
BO BOJESEN Niels (Denmark)
BOSS (Seyran Caferli, Azerbaijan)
ÇAM Ömer (Turkey)
CHAPATTE Patrick (Switzerland) 
HACHFELD (Rainer Hachfeld,
CHEVALLEY Vincent (Switzerland)
COST (Constantin Sunnerberg, Belgium) 
DARKO (Darko Drljevic, Montenegro)
DE ANGELIS Marco (Italy)
DINO (Konstantinos Tsanakas, Greece) 
DOGAN Ismail (Belgium / Turkey)
DOKKEN Siri (Norway)
EHRT Rainer (Germany)
FADITOON (Fadi Abou Hassan, Norway)
GEORGOPALIS Dimitrios (Greece)
GÜREL Oguz (Turkey)
HACHFELD (Rainer Hachfeld, Germany)
HEIDARI Shahrokh (Iran-France)
KAP (Jaume Capdevila, Spain)
KAZANAVESKY Vladimir (Ukraine)
KOSTANTIN (Konstantin Kazanchev, Ukraine)
KIANOUSH Ramezani (France-Iran)
KOTRHA (Ľubomír Kotrha, Sovakia)
KOUNTOURIS Michael (Greece)
KÜHN Guido (Germany)
LISTES Nikola (Croatia)
LOPES Antonio José (Portugal)
MAGNASCIUTTI Fabio (Italy) 
MK (Milenko Kosanovic, Serbia)
MUSA (Musa Gumus, Turkey)
NARDI (Marilena Nardi, Italy)
OMAR (Omar Perez, Argentina-Spain)
OTZEN Per Marquard (Denmark) 
PAVEL Constantin (Romania)
POLEURS (Pol Leurs, Luxemburg)
REFN Lars (Denmark)
RODRIGO (Rodrigo Daniel Nunes de Matos, Portugal)
ROLLI Stefano (Italy)
ROYAARDS Tjeerd (Netherlands)
SAATCI Kaan (Turkey) 
SCHLORIAN (Stefan Haller, Switzerland)
SLUKA Gatis (Latvia)
SULAJ Agim (Albania-Italy)  
TOM (Tom Jannsen, Netherlands)
TOMAS (Tomas Serrano, Spain)  
TOMASCHOFF Jan (Germany)
TRAX (Christine Traxeler, France)
VADOT (Nicolas Vadot, Belgium)
VAN DAM Arend (Netherlands)
ZUDIN Aleksandr (Russian Federation)

La Mostra

Le 55 vignette saranno esposte nel Castello-museo di Conversano a partire del 25 settembre data di apertura del Festival Lector in Fabula fino al 6 dicembre. Le 10 migliore vignette saranno riprodotte sotto forma di cartoline postali. Inoltre un catalogo a colori, che riproduce le 55 vignette, con una lunga introduzione/presentazione del tema del concorso, illustrata con le vignette degli artisti membri della giuria internazionale del concorso (Francia, Israele, Marocco, Stati Uniti, Venezuela), sarà disponibile per il pubblico.

Media Partner dell’evento: www.voxeurop.eu, www.buduar.itwww.diagonales.ithttps://fany-blog.blogspot.com , la rivista Confronti.

Il 3° numero del giornale di Libex

In occasione della 16° edizione del festival Lector In Fabula, Librexpression pubblica il 3° numero del Journal de Libex. Questo numero conta 24 pagine a colori di articoli di storia, geopolitica e sociologia, su temi legati alla libertà di espressione nel contesto della crisi sanitaria di Covid-19. Contiene contributi di autori di diverse nazionalità, tra cui danesi, francesi, italiani, israeliani, spagnoli, americani, svizzeri, oltre ad articoli illustrati con disegni satirici di artisti di Paesi come Afghanistan, Austria, Brasile, Canada, Cuba, Marocco, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Serbia, Venezuela. Infine, alcuni articoli sono arricchiti da disegni satirici storici provenienti dalla Spagna, dalla Repubblica Ceca, dall’Italia e dalla Francia.

Ph. © Kianoush

Redazione Confronti

Redazione Confronti

Abbonati ora!

Solo 4 € al mese, tutta Confronti
Novità

Seguici sui social

Articoli correlati

Religioni, politica, società

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!