L’incerta fede - Confronti
Home Cultura L’incerta fede

L’incerta fede

by Luigi Sandri

di Luigi Sandri. Redazione Confronti

È originale e ampia questa ricerca dell’Autore (professore emerito di Sociologia all’Università di Roma Tre, e con docenze anche in Brasile e in Canada); l’approccio, infatti, non è solo quantitativo, mediante l’utilizzazione di un questionario statisticamente rappresentativo dell’intera popolazione italiana, ma anche qualitativo, attraverso interviste libere, a un insieme di 164 soggetti, scelti sul territorio nazionale, seguendo criteri non lontani dal quadro demografico complessivo.

Dunque accanto alle tabelline, che ad una domanda presuppongono le risposte di rito (“sì”, “no”, “poco”, “tanto”),  qui vi sono le argomentazioni sulle quali le singole persone basano il giudizio dato. E, a leggerle, spesso fanno simpatia, per il tocco di vivacità e immediatezza che le caratterizzano. Così, sul pontefice che piace alla maggioranza degli italiani, la laureata Mariasole afferma: «Francesco mi sembra il classico amico con cui prenderesti il caffè o ti faresti un aperitivo addirittura, perché questo papa, secondo me, è da aperitivo; ha riavvicinato molte persone che si erano allontanate». Problematico, invece, Bartolomeo, licenzia media: «Bergoglio mi pare un pesce fuor d’acqua. Predica molto bene la povertà, però… purtroppo non è facile: la Chiesa è un’istituzione talmente grande, talmente potente, che un uomo solo, anche se papa, non riesce a cambiarla» [pagg. 334-5]. E Dio? Al 75% gli italiani credono in Dio-persona o come forma di spirito/forza vitale [pag. 219-20]; ma solo il 30% ritiene che dopo la morte vi sia un’altra vita [pag. 195].

Nel 1995 Cipriani, con altri quattro sociologi, tra cui Franco Garelli, ne La religiosità in Italia aveva fotografato, sul tema, il Paese; nel suo nuovo libro mostra, con eguale rigore, come 25 anni dopo i dati siano confermati, o assai variati. Informazioni che possono consolare o, invece, preoccupare, papa e vescovi.

Luigi Sandri

Luigi Sandri

Redazione Confronti

Abbonati ora!

Solo 4 € al mese, tutta Confronti
Novità

Seguici sui social

Articoli correlati

Lascia un commento