Con le famiglie Paciolla e Regeni per chiedere verità - Confronti
Home CulturaCinema Con le famiglie Paciolla e Regeni per chiedere verità

Con le famiglie Paciolla e Regeni per chiedere verità

by redazione

a cura della Redazione

Il Cinema In Piazza inaugura stasera, 9 giugno alle 21.15, il palco della Cervelletta a Roma con una serata speciale, ideata e organizzata dall’Associazione Piccolo America e Confronti in memoria di Giulio Regeni e Mario Paciolla, i due giovani italiani assassinati nel 2016 in Egitto il primo e nel 2020 in Colombia il secondo, mentre svolgevano rispettivamente il proprio lavoro di ricercatore e di giornalista.

Oltre al presidente della Camera dei deputati Roberto Fico, sul palco ci saranno, per la prima volta insieme, le famiglie Regeni e Paciolla, la loro avvocata Alessandra Ballerini e Ascanio Celestini, moderati dal Presidente della federazione stampa italiana, Giuseppe Giulietti.

«Siamo molto felici – hanno dichiarato gli organizzatori Valerio Carocci e Claudio Paravati – che il presidente della Camera dei deputati Roberto Fico abbia accettato il nostro invito a partecipare a un dibattito che riteniamo di estrema importanza, per continuare a mantenere i riflettori accesi su due vicende drammatiche, che ancora attendono giustizia e risposte adeguate da parte delle istituzioni».

«Siamo emozionati, e onorati, che le famiglie Regeni e Paciolla abbiamo accettato di condividere questa serata con noi. Una serata come questa ci conferma quanto il cinema in piazza sia uno strumento utile non solo per creare momenti di crescita culturale, ma anche per sensibilizzare la cittadinanza su battaglie di carattere politico e sociale».

Il film della serata, per la prima volta sul grande schermo in Italia, è The Dissident, il documentario di Bryan Fogel che racconta la vicenda di Jamal Khashoggi, giornalista del The Washington Post, assassinato all’ambasciata saudita di Istanbul: «È una vicenda che si svolge in tutt’altro contesto geografico quella di Khashoggi, ma è tuttavia analoga nella dinamica di fondo a quelle di Giulio Regeni e Mario Paciolla: il potere di turno che, vistosi minacciato, arriva a mettere a tacere fisicamente le persone indesiderate e ritenute pericolose» hanno dichiarato gli organizzatori.

Giulio Regeni, dottorando italiano dell’Università di Cambridge, sei anni fa, a Il Cairo, fu rapito, torturato e ucciso dai servizi segreti egiziani. ll 25 maggio 2021 sono stati rinviati a giudizio per il suo omicidio quattro ufficiali: il generale Tariq Sabir, i colonnelli Athar Kamel e Usham Helmi e il maggiore Magdi Sharif. Tuttavia, nonostante le richieste della procura di Roma e le rogatorie internazionali, i quattro risultano tuttora irreperibili dal momento che le autorità egiziane non hanno né fornito i loro indirizzi di residenza, né concesso ai magistrati italiani di essere presenti ai loro interrogatori.

Mario Paciolla, 33enne di Napoli, giornalista, impegnato come osservatore dell’Onu per il rispetto degli Accordi di pace in Colombia, il 15 luglio 2020 venne ritrovato senza vita nella sua casa di San Vicente del Caguán. Sul suo decesso, inizialmente classificato come suicidio, ci sono ancora molto punti oscuri e le indagini della procura di Roma, che ha aperto un’inchiesta per omicidio, sono ancora in corso. Ad occuparsi del caso la legale Alessandra Ballerini, stessa avvocata che difende la causa di Giulio Regeni.

In The Dissident, per raccontare la storia di Khashoggi e la volontà del giornalista di creare una società più giusta e più aperta nel suo Paese d’origine, l’Arabia Saudita, il regista Bryan Fogel ha messo insieme un impressionante numero di filmati inediti e le testimonianze esclusive portate dalle persone coinvolte più da vicino nella vicenda, compresa Hatice Cengiz, la fidanzata di Khashoggi, le forze dell’ordine, i pubblici ministeri turchi e il giovane dissidente saudita con cui Khashoggi stava lavorando.

Una storia di denaro, tirannia e tecnologia fuori controllo, che ha l’intento di mostrare che nel mondo odierno nessuno che si opponga ai poteri forti è realmente al sicuro.

Si rinnova così anche per quest’anno la collaborazione tra l’Associazione Piccolo America e Confronti, in occasione de Il Cinema in Piazza, la manifestazione a ingresso gratuito che riporterà il grande cinema nelle piazze della capitale dal 3 giugno al 31 luglio.

Il Cinema In Piazza si svolgerà come lo scorso anno negli spazi di Piazza San Cosimato a Trastevere, il Parco della Cervelletta a Tor Sapienza e il Parco di Monte Ciocci a Valle Aurelia, ma l’accesso alle tre piazze torna a essere libero, senza obbligo di prenotazione.

Vi aspettiamo per parlare insieme di cinema, attualità e diritti!

TUTTI GLI EVENTI SONO A INGRESSO GRATUITO

Tutto il programma sul sito https://ilcinemainpiazza.it/

Redazione

Redazione

Abbonati ora!

Solo 4 € al mese, tutta Confronti
Novità

Seguici sui social

Articoli correlati

Lascia un commento

Scrivici
Send via WhatsApp