Dispacci di pace - Confronti
Home Dispacci di pace

Dispacci di pace

Ue tra allargamento e difesa comune

All’indomani dell’approvazione dell’accordo di sostegno all’Ucraina, Ursula Von der Leyen ha dichiarato: «Inizieremo a lavorare alle nostre riforme per prepararci a una Unione di oltre30 Stati membri». Tale apertura aprirebbe a molte criticità, ma se procedesse a ritmo spedito e convinto, l’Ue tornerebbe alla sua missione originaria: quella di essere quell’organizzazione che contribuisce alla costruzione della pace nel Continente.

Leggi Tutto »

Quale lezione dal secolo scorso?

A dispetto di quello che si pensi, lo stallo – quello in cui si trova il conflitto tra Russia e Ucraina, per esempio – è una delle situazioni più comuni dei conflitti armati. Questo a dispetto dell’eredità della Seconda guerra mondiale, quando la Germania nazista fu completamente sgominata dagli Alleati insieme agli altri Paesi dell’Asse.

Leggi Tutto »

Una buona notizia

Lo scorso novembre, la prima commissione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione sulle armi autonome. Il documento, proposto dall’Austria e votato con 164 a favore – tra cui l’Italia –, sottolineala necessità di «affrontare le sfide e le preoccupazioni sollevate dai sistemi d’arma autonomi», da un punto di vista tecnologico, etico e umanitario.

Leggi Tutto »

Una guerra che cambia le regole

La guerra tra Russia e Ucraina non è una guerra qualsiasi ma piuttosto una guerra “costituente”. Nel momento in cui un accordo tra Russia e Ucraina apparirà probabile, quindi, tutti i governi razionalmente avranno l’interessea mostrarsi disposti a cooperare. E da questa nuova cooperazione nascerà un nuovo sistema internazionale.

Leggi Tutto »

La corsa di Trump minaccia la pace

Nella corsa alle presidenziali degli Stati Uniti del 2024 c’è ancora la possibilità che gli elettori e le elettrici vedano Donald Trump contendere per la Casa Bianca. Eppure la rielezione di Trump potrebbe rappresentare la peggiore delle notizie possibili per la pace mondiale.

Leggi Tutto »

Contro le rivolte del pane

La principale preoccupazione per l’economia mondiale continua a essere il livello di inflazione che, tra le altre cose, determina il rialzo dei prezzi dei beni alimentari. Vi è una relazione ben conosciuta tra rialzo dei beni alimentari e violenza, mentre una maggiore stabilità dei prezzi, determina un miglioramento generale nel tenore di vita delle fasce più povere della popolazione in cui la spesa alimentare rappresenta la voce più importante nei consumi delle famiglie.

Leggi Tutto »
Raul Caruso

Raul Caruso

Economista, Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano). Direttore del Center for Peace Science Integration and Cooperation (CESPIC) di Tirana

Scrivici
Send via WhatsApp