Rubriche - Confronti

Ruanda 30 anni dopo

Tornare a parlare del genocidio in Ruanda in occasione del trentesimo anniversario non è retorico: poiché il genocidio è tornato di drammatica attualità, perché il fronte della guerra in Africa si allarga e perché a distanza di decenni il conflitto tra hutu e tutsi ha ancora innumerevoli ombre.

Read More »

Scelte impopolari per costruire la pace

La guerra tra Russia e Ucraina si sta prolungando oltre ogni aspettativa ed è chiaro ormai a tutti che essa non avrà un chiaro vincitore ma ad un certo puntovi sarà un cessate il fuoco e le due comunità ricominceranno a convivere in una situazione ancora più difficile rispetto al passato. Ma come sarà possibile realizzare tale convivenza?

Read More »

Guerra santa, pace profana

La guerra, e anche la politica, la democrazia, la libertà e i diritti, sono realtà profane, secolari. La Chiesa di Gesù non replica all’idolatria sacralizzando quanto le sembra politicamente auspicabile, bensì riconoscendo la relatività di tutto ciò che è terreno. Questo non significa che democrazia, libertà e diritti non siano realtà importanti.

Read More »

Palestina: un cambio di prospettiva

Un recente sondaggio condotto dal Centro palestinese per la politica e la ricerca sui sondaggi (Pcpsr) mostra il cambio di prospettive della popolazione palestinese prima e dopo lo scoppio della guerra a Gaza.

Read More »

Luigi Luè

Nato a San Colombano al Lambro(Milano) il 16 giugno 1878 in una famiglia di zoccolai, durante la leva militare si era trovato a fronteggiare dei contadini in sciopero, con il superiore che minacciava di aprire il fuoco, equando fu richiamato alle armi durante la Prima guerra mondiale si era rifiutato di indossare nuovamente la divisa, venendo mandato davanti alla corte marziale.

Read More »

L’effetto della guerra a Gaza su Israele

All’indomani dell’attacco diHamas del 7 ottobre, l’opinione pubblica interna e internazionale unitamente alla gran parte dei leader di governo erano, senza dubbio alcuno, a favore del capo di governo israeliano Benjamin Netanyahu. Mesi dopo, questo appoggio si sta sgretolando e non solo all’interno del suo Paese ma anche in ambito internazionale.

Read More »
Scrivici
Send via WhatsApp