Todo cambia. Pagine latinoamericane - Confronti
Home Todo cambia. Pagine latinoamericane

Todo cambia. Pagine latinoamericane

by Daniele

Pedagogia sublevada (Argentina)

Villa 21-24 è un quartiere di Buenos Aires nato su impulso delle ondate migratorie dove oggi lo Stato non riesce a fornire i servizi di base e gli abitanti vivono lo stigma della marginalità e della violenza. Proprio qui nasce la “pedagogia villera” (cioè della Villa)o “pedagogia sublevada” (ribelle).

Leggi Tutto »

Di ecoattivismo si muore (Guatemala)

L’assassinio di Laura Leonor Vásquez Pineda (16 gennaio 2017) è strettamente legato al suo lavoro di attivista nel Comitato per la difesa della vita di San Rafael las Flores. Insieme ad altre persone, partecipava alla resistenza pacifica al progetto di estrazione di oro e argento El Escobal della Minera San Rafael, in Guatemala, di proprietà della multinazionale canadese Tahoe Resources.

Leggi Tutto »

Il “nipote 133” (Argentina)

Nel pieno dell’estate italiana (e dell’inverno argentino) si fa strada l’annuncio che le Abuelas de Plaza de Mayo hanno ritrovato uno dei bambini scomparsi durante la dittatura. Si tratta del “nipote 133” uno dei tanti bambini (e
bambine) sottratti, secondo un progetto stabilito dai vertici delle Forze armate, a chi si opponeva al regime.

Leggi Tutto »

Lenca (Honduras)

Berta Cáceres Flores è stata un’attivista honduregna che ha lottato per la difesa del territorio e i diritti del popolo Lenca. Quando, nel 2015, le è stato consegnato il Premio Goldman per la sensibilità ambientale aveva dichiarato: «Svegliamoci Umanità! Non abbiamo altro tempo. Le nostre coscienze dovranno essere scosse dal fatto di restare solo a contemplare l’autodistruzione basata sulla depredazione capitalista, razzista e patriarcale».

Leggi Tutto »

I processi Condor

Nel suo ultimo libro, Francesca Lessa racconta del Piano Condor, la rete repressiva creata alla fine del 1975 dalle dittature di Argentina, Bolivia, Cile, Paraguay e Uruguay, per perseguitare gli oppositori politici al di là delle
frontiere. Ancora oggi l’interesse a mantenere l’impunità è ancora attivo e per questo è ancora più prezioso il lavoro di chi si espone in prima persona per evitare che il silenzio cada su questa Storia.

Leggi Tutto »

Oggetti ribelli (Costa Rica)

Objetos rebeldes di Carolina Arias Ortiz ha vinto la sezione documentari del Premio IILA- Cinema dell’Organizzazione internazionale italo-latino americana. Un film sulle complicazioni della memoria e su come si può guardare al passato, personale e storico, per scoprire che è ancora vivo.

Leggi Tutto »

Cibo

Secondo il Popol Vuh, l’umanità è stata creata a partire da un impasto di grani di mais. Proprio dal riconoscimento della gastronomia latinoamericana come “figlia del mais” nasce la passione di Esteban Tapia, chef, ricercatore e militante della gastronomia “sostenibile”, parte integrante del movimento Slow food in America latina.

Leggi Tutto »

Rospi (Argentina)

di Nadia Angelucci. Giornalista e scrittrice Ne I rospi della memoria (Rapsodia, 2021) della scrittrice argentina Graciela Bialet viene affrontato il tema

Leggi Tutto »
Picture of Nadia Angelucci

Nadia Angelucci

Giornalista e autrice

Scrivici
Send via WhatsApp